Europa, Svizzera

Un giorno a Lucerna: città d’acqua e luce

Prima del nostro viaggio on the road della Svizzera  ho fatto una cosa che faccio quasi sempre prima di partire: cercare qualche foto delle città che sto per visitare, su Instagram, il mio social preferito. Ricordo di averne vista una in particolare – il Kappelbrucke al tramonto – e di aver capito subito che mi sarei perdutamente innamorata di Lucerna. Ed è stato effettivamente così: ricorderò sempre questa città per la sua eleganza, espressa nei palazzi del centro storico e nei raffinati negozi; e per la dolce sensazione che si percepisce sul suo lago, quello dei Quattro Cantoni. Per quell’atmosfera, tipica generalmente dei paesi del Nord Europa, che si inizia a respirare con l’arrivo dell’inverno e delle festività natalizie. Sì, perché noi Lucerna l’abbiamo visitata all’inizio di Novembre, ma il Natale si poteva già quasi sentire nell’aria.

State programmando un viaggio in Svizzera? In questo post vi daremo qualche consiglio per visitare Lucerna, con un itinerario a piedi.

Lucerna è una città, come tutta la Svizzera, abbastanza cara. Il tutto è chiaramente proporzionato allo stile di vita della popolazione locale. Preparatevi, per esempio, ai costi quasi proibitivi di alcuni ristoranti. La moneta utilizzata è il Franco svizzero: noi vi consigliamo di cambiare un po’ di contanti prima di arrivare in Svizzera e poi se avrete necessità di pagare anche con carta.

Cosa vedere a Lucerna

Lucerna conta circa 76.000 abitanti, è una cittadina a misura d’uomo e scoprirla attraverso un itinerario a piedi per noi si è rivelata essere la scelta migliore. Ci si trova a gironzolare tra le strette stradine acciottolate del suo centro storico, arricchito da tantissime case affrescate e a passeggiare sul lungo lago, casa di bellissimi cigni.

Noi abbiamo alloggiato al Cascada Hotel, molto carino, dotato di parcheggio e vicinissimo al centro. Il nostro giro a piedi è partito da lì.

La prima tappa è stata il Kappelbrucke o Ponte di Legno, protagonista della foto di cui vi parlavo all’inizio di questo articolo.

Ponte di legno Lucerna
Kappelbrucke (Ponte di Legno)

E’ il monumento simbolo di Lucerna e probabilmente il ponte più suggestivo e romantico che io abbia mai visto. Sono rimasta lì per un po’, a guardarlo da lontano – con la sua Torre sull’acqua – sotto una luce bellissima che filtrava da qualche nube grigia.

lucerna ponte
Il Ponte di legno e la Torre sull’acqua

Si riconosce subito, per la sua tettoia a capriate che lo ricopre per tutta la sua lunghezza.

lucerna fiume
Vista sul fiume Reuss

Questo ponte mette in collegamento le due sponde della foce del fiume Reuss. E’ lungo 204 metri ed è il ponte coperto più antico d’Europa. Una passeggiata sulle sue tavole scricchiolanti è obbligatoria. Volgete poi lo sguardo all’insù: noterete delle tavole pittoriche risalenti al XVII, raffiguranti scene tratte dalla storia della città.

Vicino al Kappelbrucke si trova la Piazza del Municipio (Konmarkt) con la Torre dell’Orologio e la sede della Corporazione di Pfistern, la cui facciata ha una decorazione che non passa inosservata.

torre lucerna
La Torre dell’Orologio
Pfistern Lucerna
Palazzo della Corporazione Pfistern

Da questa piazza suggeriamo di muoversi attraversando i vicoli e le stradine circostanti, vi sembrerà di fare un tuffo in un’altra epoca: incontretere Weinmarkt, antica piazza del mercato del vino e Kappelplatz, piazzetta caratteristica che trae il proprio nome dalla Cappella di San Pietro. Qui si trovano anche la Fontana del Fritschi, personaggio leggendario del carnevale di Lucerna e una delle più antiche case in pietra della città, la Haus zur Gilgen, risalente al 1501.

kappelplatz lucerna
Fontana del Fritschi

Riportandosi sul lungo lago, dopo una breve e piacevole camminata è possibile raggiungere Hofkirche Sankt Leodegar, la chiesa più importante della città. Non è difficile arrivarci: Lucerna è dotata di un sacco di indicazioni ed in ogni caso Google Maps può essere sempre d’aiuto.

chiesa-lucerna
San Leodegario in Corte

Questa coleggiata fu distrutta nel ‘600 e ricostruita in stile tardo rinascimentale: accoglie i visitatori con un’ampia scalinata, dalla cima della quale al tramonto si vedono i luccichii del lungo lago. Una suggestione che porterò sempre nei miei ricordi. Questa zona è ideale anche per fermarsi a bere/mangiare qualcosa, essendo circondata da pub, locali e bistrot.

Poco più in là si trova un piccolo “giardino segreto”, che custodisce al suo interno una scultura a dir poco realistica e commovente: il Leone di Lucerna, realizzato intorno al 1820 in memoria delle guardie svizzere massacrate durante la Rivoluzione francese.

monumento-lucerna
Il monumento del Leone


Un’immagine che ci ha ricordato molto da vicino quella cinematografica di Aslan – Le Cronache di Narnia – sulla Tavola di Pietra.

A Lucerna si trova inoltre il KKLLucerne culture and congress centre; se vi dicessi che l’abbiamo visto sarei una bugiarda. Abbiamo visitato la città in mezza giornata, con un gruppo di amici ed abbiamo preferito una birra sul lungo fiume alla visita di questa struttura modernissima che ospita al suo interno un museo di arte contemporanea, sale conferenze e sale concerto.

tramonto sul fiume lucerna
Tramonto sul fiume

Per la cena abbiamo optato per Stern Luzern, un ristorante facilmente raggiungibile a piedi dal nostro hotel e citato anche dalla Guida Michelin.

ristorante stern lucerna
Stern Luzern
ristorante lucerna

Con un’atmosfera resa molto calda dagli arredi in materiali naturali e dalle luci soffuse, questo ristorante propone piatti della cucina svizzera moderna a base di carne e pesce. Ottimi anche i desserts: consigliamo di assaggiare i vermicelles, dolce tipico della cucina ticinese. Dopo cena siamo riusciti a concederci un altro giretto nei pressi del centro storico, per vedere lo Spreuerbrucke o Ponte del Mulino, anch’esso coperto e decorato con numerose tavole pittoriche. Da questa zona si possono osservare dal basso anche le Mura del Musseg, le antiche mura fortificate della città.

Ultimi consigli:

-fate una passeggiata al tramonto sul lungo lago e un giro in centro di sera. I giochi di luce che si riflettono sull’acqua sono molto suggestivi.

-se avete un pò di tempo, dedicate mezza giornata ad una escursione sul Monte Pilatus, a pochi km da Lucerna. Ve ne parlo qui: la cremagliera più ripida del mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.