Europa, Germania, Tips

C’era una volta…il castello di Neuschwanstein

Si avvicina il ponte dell’Immacolata. E con esso la “transumanza” verso i mercatini di Natale in Trentino Alto Adige. Per chi ama l’atmosfera natalizia un week end a Bolzano, Merano, Vipiteno e chi più ne ha più ne metta non può mancare. Noi però vi suggeriamo di non accontentarvi e di aggiungere una tappa oltralpe. Fussen, in Baviera, dove si trova il castello di Neushwanstein,  per intenderci quello a cui il Sign. Walt Disney pare essersi ispirato per il film d’animazione “La bella addormentata nel bosco”.

Un luogo incantato, avvolto da quell’ovattato silenzio tipico delle fredde giornate invernali, in cui ci si sente realmente catapultati in una fiaba. Un luogo non solo straordinario per la sua storia ed architettura, ma anche e soprattutto per il suo grande potere evocativo.

Noi lo abbiamo raggiunto da Bolzano, in circa 3 ore di macchina.

Avevamo, come sempre, grandi aspettative, le quali – e raramente accade – non sono state assolutamente deluse. Anzi!

La posizione del castello infatti, è a dir poco scenografica: abbarbicato su una collina, sul ciglio di una gola vertiginosa,  circondato da boschi di aghifoglie, affacciato sul lago Alpsee.

Alla fine dell’800 il giovane Ludwig II, ragazzo ribelle, dall’animo tormentato, ma molto fantasioso e creativo, lo fece costruire come suo rifugio di re solitario, ispirandosi al medioevo e alle opere del tanto amato Wagner.

Per arrivare all’ingresso del castello di Neuschwanstein dovrete fare una bella camminata in salita di circa 20 minuti (per i meno sportivi sono disponibili bus navetta e romantiche carrozze trainate da cavalli).

Se lo raggiungerete in  auto è presente un solo parcheggio a pagamento in località Hohenschwangau, nei pressi della biglietteria. Qui di norma si trovano delle code molto lunghe e si corre il rischio di rimanere senza biglietto, pertanto l’ideale è prenotarlo on line con qualche giorno di anticipo. https://www.hohenschwangau.de/1354.0.html

La visita sarà esclusivamente guidata e potrete avere accesso soltanto nell’intervallo di tempo indicato sul biglietto. Quindi vi consigliamo di presentarvi all’ingresso con puntualità tedesca.

Se la magia dell’esterno vi lascerà senza parole (effetto assicurato), anche l’interno con certezza, vi stupirà: da una finta grotta ai dipinti di saghe cavalleresche e nordiche, dai decori della sala bizantina del trono agli elementi sfarzosi ed eccessivi…nulla sfuggirà alla curiosità della vostra vista.

Nei dintorni

Dopo la visita al castello di Neuschwanstein potrete dedicarvi ad una passeggiata per le vie di Fussen, non c’è molto da vedere, ma è comunque una graziosa cittadina nella quale potrete ristorarvi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.