Europa, Paesi bassi

Olanda – Tour di 4 giorni nella terra dei mulini a vento

Olanda in 4 giorni: un viaggio imprevisto, organizzato un paio di settimane prima della partenza, come spesso ci capita di fare quando abbiamo la possibilità di prendere un paio di giorni di ferie attaccate ad un week end.

La scelta è ricaduta sull’Olanda per la comodità dei voli, che ci consentivano di sfruttare completamente i 4 giorni che avevamo a disposizione.

Siamo atterrati infatti ad Eindhoven giovedì 6 Settembre 2018 intorno alle 10.00 e siamo ripartiti da Amsterdam Schiphol domenica 9 Settembre alle 19.00.

L’itinerario

Vi presentiamo l’itinerario del nostro tour di 4 giorni in Olanda. Dedicheremo poi dei post maggiormente dettagliati ad ogni tappa.

Giorno 1

Usciti dall’aereoporto di Eindhoven ci siamo diretti verso l’Avis Rental car a ritirare l’auto che avevamo già prenotato dall’Italia (ci è costata 159 Euro, escluso il carburante). Se ci avete già letti saprete che l’on the road è la modalità di viaggio che preferiamo. Se è la prima volta che visitate il nostro blog qui vi spieghiamo il perché https://www.inviaggiocolmulo.com/2018/05/22/viaggiare-on-the-road-4-buoni-motivi/

Quello che non vi abbiamo detto è che la prima tappa di questo tour in realtà ci ha portati a spostarci in Belgio, precisamente ad Anversa, città delle Fiandre a poco più di un’ora di auto da Eindhoven.

Io ad Anversa
La stazione centrale di Anversa.

Anversa o Antwerpen si trova sulla riva destra del fiume Schelda a circa 90 Km dal Mare del Nord. E’ una cittadina molto tranquilla che si apprezza comodamente anche spostandosi a piedi. Una giornata, secondo la nostra esperienza è più che sufficiente per visitarla.

Abbiamo alloggiato all’Eden Hotel by Tripinn (79 Euro colazione inclusa), situato in centro a pochi passi dalla meravigliosa stazione ferroviaria.

Giorno 2

Il giorno successivo siamo rientrati in Olanda. La prima tappa del nostro tour di 4 giorni è stata Kinderdijk, villaggio a 97 km da Anversa e conosciuto per i suoi 19 mulini a vento, patrimonio UNESCO.

Olanda: Kinderdijk
Kinderdijk

Da non perdere per nessun motivo se state programmando un viaggio in Olanda. Tra l’altro il sito è visitabile gratuitamente, ad eccezione del Mulino-Museo, nel quale noi abbiamo deciso di non entrare.

Delft: i canali
Delft: passeggiando tra i canali.

Intorno all’ora di pranzo eravamo già a Delft (40 min. da Kinderdijk), la città delle ceramiche blu che deve il suo nome al canale artificiale Delf, ai bordi del quale si è sviluppata.

Delft è stata una delle tappe che abbiamo apprezzato di più durante il nostro tour di 4 giorni in Olanda. Arrivare qui è come tuffarsi in una cartolina.

Finito il nostro giretto, nel pomeriggio ci siamo diretti ad Utrecht, una delle città più antiche d’Olanda e sede di una delle Università molto rinomata.

Canali olandesi
I canali di Utrecht.

Dopo aver scaricato le valigie in hotel, (Hotel Mitland, 84 Euro) abbiamo fatto una passeggiata in città senza visitare nulla di particolare. Godendoci semplicemente la vivacità della vita sui canali. A tal proposito però abbiamo un consiglio per la cena: “Olivier”, il pub più antico di Utrecht, situato dentro ad una chiesa sconsacrata. Da provare assoultamente!

Giorno 3

Il terzo giorno abbiamo inserito una tappa che inzialmente avevamo escluso: Giethoorn.

Le deliziose casette di questo pittoresco paesino continuavano a comparire nei miei feed di Facebook e Instagram. Desideravo da molto visitarlo, così Primo, a sorpresa, ha deciso di fare una deviazione prima di dirigerci ad Amsterdam.

Canali di Giethoorn
Il villaggio di Giethoorn.


Giethoorn si trova all’interno della riserva naturale De Wieden:  è un fiabesco villaggio nel quale ci si può spostare soltanto a piedi, in bicicletta o in barca. Abbiamo trascorso qui un paio d’ore, per lo più spese a fare un sacco di fotografie. Per i dettagli e le impressioni dovrete aspettare l’articolo su questa piccola perla d’Olanda.

L’altra metà della giornata è stata dedicata ad un giretto nel centro di Amsterdam.

Giorno 4

Ad Amsterdam abbiamo alloggiato all’Amsterdam ID Apart Hotel (139 Euro), hotel fuori dal centro (scelto perché i prezzi ad Amsterdam sono abbastanza elevati) ma molto comodo perché situato in prossimità della stazione ferroviaria: in 6 min. netti si arriva ad Amsterdam Centraal (il costo del biglietto è di 5,60 Euro A/R).

Mercato dei fiori
Il mercato dei fiori di Amsterdam.

L’ultimo giorno abbiamo gironzolato nella zona del Rijk Museum, per intenderci dove si trova la famosa installazione I AMSTERDAM. Dopo due passi all’interno del Voltenpark abbiamo visitato un paio di quartieri: lo Spiegelwartier e De 9 Straatjes.

Il clima

Se partite a fine Estate, come nel nostro caso, munitevi di abbigliamento adatto alle mezze stagioni. L’Olanda si trova sul Mare del Nord, dunque non aspettatevi di trovare caldissimo, anzi. Io vi consiglio di portare con voi pantaloni lunghi, un piumino 100 grammi e qualche foulard per proteggervi dal vento, la costante climatica del paese! In questa stagione le massime oscillano intorno ai 18 gradi, quindi un maglioncino sulle spalle ci vuole sempre, anche nelle ore più calde della giornata (soprattutto se siete freddolosi come me).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.