Asia, Cina, Tips

Leshan, la perla dello Sichuan

Se vi recherete in Cina non potrete assolutamente perdervi Leshan, una tranquilla cittadina fluviale, non molto distante da Chengdu (provincia dello Sichuan), dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco perché custodisce, tra le foreste dei Monti Emei, il Giant Buddha, il Buddha più alto del mondo.

Si tratta di una mastodontica statua dalle misure sorprendenti: è alta 71 metri, le orecchie sono lunghe 7 metri e le spalle sono larghe 28 metri.

La leggenda narra che sia stata concepita e poi scolpita per calmare le tumultuose acque dei tre fiumi su cui si affaccia con espressione pacifica. Il miracolo accadde realmente, ma i più “scettici” ritengono che sia avvenuto grazie ai detriti di roccia in eccedenza che, riempiendo il letto del fiume, ne cambiarono le correnti.

Potrete ammirare il Buddha da molto vicino, lungo tutta la sua struttura, scendendo su una ripida e stretta scalinata che ne costeggia i fianchi (è ciò che abbiamo fatto noi); spesso, però, il numero di persone sui gradini è cosi elevato che andare avanti e indietro è quasi impossibile. Dato che il turismo interno in Cina è molto sviluppato, consigliamo quindi di evitare di recarsi a Leshan durante i week end o le festività.

Una prospettiva alternativa è regalata dal fiume, attraverso una piccola crociera su uno dei tanti battelli turistici, che vi consentirà di ammirare altre due sculture poste lungo la montagna, inaccessibili e invisibili da terra.

Ma ciò che più vi sorprenderà di Leshan è il magico e suggestivo parco all’interno del quale si trova il più noto Buddha, dove, passeggiando, si gode dell’ombra creata dalla fitta foresta di palme, felci e bambù. Un luogo in cui ci si sente fuori dal tempo e in cui lo sguardo si perde tra templi, giardini, grotte e pareti rocciose finemente decorate.

Le chicche:

il Parco del Buddha Orientale, adiacente al Giant Buddha, ma meno considerato dai cinesi, in cui è esposta una collezione di 3000 statue e statuette del Buddha provenienti da tutta l’Asia! Qui potrete scovare, disteso lungo una verde collina, un Buddha dormiente lungo 170 m.

Il villaggio di pescatori dove si può gustare un pranzo in vero stile Sichuan (il piatto tipico è la zuppa di teste di pesce, ovviamente di fiume. Vi possiamo assicurare che è davvero deliziosa) ammirando il fiabesco, rosso ponte Haoshang dal caratteristico stile a 3 campate. Un’esperienza da non lasciarsi scappare.

Come raggiungere Leshan: la scelta migliore è quella di recarsi in treno da Chengdu. Potete prenotare il biglietto (vi consigliamo di farlo prima di partire) su www.chinatraveldepot.com. Ricordatevi di portare con voi il passaporto, indispensabile per poter prendere il treno in Cina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.